,

Lo Studio Legale aiuta l’investigatore a contrastare il bullismo.

Molte volte le famiglie sono a conoscenza di quanto accade alla vittima di bullismo, però non sanno quali sono gli strumenti a loro disposizione per contrastare il fenomeno. L’investigatore raccoglie le prove ma poi cosa devono o possono fare i genitori per aiutare l’indifeso?

Lo abbiamo chiesto allo Studio Legale Gobbi & Partners, all’interno del quale pratica la professionista Fabiana Negro che si occupa di diritto Penale e diritti Umani.

Domanda: Come si deve comportare la famiglia che scopre che vengono perpetrati atti di bullismo sul figlio? Continua a leggere

,

Combatti il bullismo. Uno psicologo aiuta l’investigatore a contrastare il bullismo.

Spesso i genitori si accorgono che qualcosa in famiglia non va bene, ma non riescono ad identificare il reale problema del figlio adolescente. La Security & Courtesy Solutions chiede il supporto al dott. Davide Alberti Psicologo specialista dell’adolescenza realizzando una breve intervista.

Che cos’è il bullismo?

Il bullismo è un fenomeno sociale di grande rilevanza che può avere conseguenze molto importanti per lo sviluppo psicosociale di un ragazzo. Il bullismo è innanzitutto un fenomeno di gruppo; il gruppo dei pari, presente durante le manifestazioni del bullo, fornisce una cassa di risonanza che “accetta” e rinforza i comportamenti messi in atto. Immaginatevi una chitarra, il plettro è il bullo che, percuotendo le corde, genera musica solo se presente una cassa di risonanza che per la chitarra è il corpo mentre per il bullo il gruppo di pari. Anche se la caratteristica gruppale è solo un elemento che contraddistingue il fenomeno.

Ma che differenza c’è con una ragazzata o un atto criminale?

Analizzando la situazione da un punto di vista psicosociale; una ragazzata, come una scazzottata o un litigio fisico, non ha ruoli fissi, cristallizzati (come ad esempio succede nel bullismo), non è presente uno sbilanciamento di potere a priori e, a differenza di ciò che abbiamo detto prima, l’aspetto collettivo non assume quell’importanza di rinforzo e accettazione. L’atto criminale invece è caratterizzato da comportamenti che hanno un aspetto più antisociale, utilizzo di armi, minacce gravi o violenze a sfondo sessuale.

Va bene. Ma come possono le famiglie capire se il figlio sia vittima di bullismo?

Un’altra caratteristica del bullismo è che non si tratta di un singolo episodio isolato, ma di un comportamento organizzato, sistematico, in cui è presente una disparità di potere e il bambino vittima di bullismo subisce danni e violenze. Per la famiglia è importante riconoscere segnali e comportamenti che potrebbero indicare uno stato di disagio; ad esempio, frequenti ritardi a scuola (quando prima questi erano assenti), difficoltà ad addormentarsi, sono alcuni dei diversi comportamenti allarme o segnali a-specifici che potrebbero indicare situazioni di bullismo.

La scuola potrebbe fare qualcosa?

Sicuramente, considerando che il bullismo ha una forte componente gruppale, in parte si stanno attrezzando per affrontare il problema. Dal mio punto di vista, si potrebbero creare reti fra professionisti diversi che possano gestire il problema in essere ed intervenire preventivamente per evitarne in futuro, garantendo una supervisione dell’andamento della situazione. Esistono infatti strumenti e professionisti che possono contribuire a raggiungere questo obiettivo.

Come si può intervenire per aiutare le varie figure coinvolte?

Gli interventi devono identificare il problema, intervenire per tutelare le figure coinvolte e adoperarsi per prevenire nuovi comportamenti problema o atti di bullismo ulteriori. Inoltre è fondamentale considerare l’aspetto psicologico delle persone coinvolte (bambino che subisce, famiglia, bullo, gruppo dei pari), sono tutte figure che devono essere tutelate e protette. in definitiva, abbiamo gli strumenti e i professionisti che possono limitare l’insorgenza e l’intensità di questo fenomeno, bisogna solo adoperarsi perché ciò avvenga.

La Security & Courtesy Solutions ringrazia il dott. Davide Alberti.

Conclusione: È importante intervenire tempestivamente chiedendo il sostegno a soggetti competenti e con esperienza in materia.

 

La Security & Courtesy Solutions, quale società di investigazioni private è in possesso degli strumenti, delle collaborazioni e delle competenze idonee a supportare la famiglia in un percorso di contrasto al bullismo.

CONTATTACI PER UNA CONSULENZA GRATUITA

,

Tutela del credito

La crisi economica e la sempre più drastica situazione del mercato monetario hanno determinato nella prassi delle relazioni commerciali un incremento considerevole dei soggetti insolventi, siano esse persone fisiche e/o giuridiche, esasperando il ricorso alle attività di recupero del credito. Continua a leggere

,

Investigazioni Aziendali – indagini sui posti di lavoro

Le investigazioni aziendali stanno vivendo un periodo di forte crescita in considerazione delle difficoltà che possono sorgere in un eventuale contenzioso giuslavoristico e che, in mancanza di prove certe ed inconfutabili, costituiscono un ostacolo alla risoluzione della lite.

In un contratto a prestazioni corrispettive, qual è il rapporto di lavoro, le parti sono tenute, l’una verso l’altra, allo scambio reciproco di prestazioni e l’eventuale squilibrio determinato dall’inadempimento di uno dei contraenti comporta per entrambi l’impossibilità di conseguire i rispettivi interessi. Continua a leggere

,

Quotidianità dell’investigatore privato

Non sempre si ha la “fortuna” di avere tra gli amici un detective. La professione di Investigatore Privato è curiosa e crea molto interesse nelle persone. Chiaramente le curiosità derivano dalle rappresentazioni mentali che il cinema ci ha impresso.

Durante una cena, un aperitivo o durante una qualsiasi occasione in cui si parla con nuovi amici o nuovi conoscenti, spesso capita di ricevere la domanda: Cosa fai nella vita? Che lavoro fai? Il detective risponde l’investigatore privato. L’attenzione per i successivi 30 minuti è tutta sua. A questo punto, senza indugio, i presenti si susseguono con una serie di domande atte a soddisfare, almeno in parte, la loro curiosità. Continua a leggere

,

Security & Courtesy Solutions – Lettera di presentazione

Mi permetto di sottoporre alla vostra attenzione la nostra Società che da quindici anni opera nel settore delle investigazioni private sia in campo civile che in campo penale.

Le attività principali nel settore civile possono essere brevemente condensate in:

  1. ricerca di persone;
  2. accertamenti sugli stati patrimoniali ed economici;
  3. accertamenti sulla fedeltà pre e post matrimoniali;
  4. controllo giovani;
  5. affidamento minori;
  6. ricerca prove per cause civili;
  7. ricerca prove per licenziamento per giusta causa;
  8. bonifiche telefoniche e ambientali.

Continua a leggere

, ,

Sentenza Divorzio: Modifica condizioni per l’assegno divorzile

Sentenza Divorzio – Intervista Leonardo Sasso

La Cassazione Civile, con la sentenza n. 11504 depositata il 10 maggio 2017, muta il proprio orientamento in materia di assegno divorzile. Con una svolta epocale, la Corte lega il diritto al mantenimento nel divorzio, al presupposto della non autosufficienza economica del coniuge più debole, ritenendo non più attuale, nell’ambito dei mutamenti economico-sociali, il riferimento alla continuazione del tenore di vita goduto durante il matrimonio. Continua a leggere

, ,

Controlli Difensivi

Con il termine controlli difensivi si intendono tutti gli atti di indagini posti in essere dal datore di lavoro, diretti ad accertare e verificare eventuali comportamenti illeciti perpetrati dai dipendenti ai danni dell’azienda.
L’art. 4 dello statuto dei lavoratori stabilisce il divieto di utilizzo di impianti audiovisivi e di altre apparecchiature per finalità di controllo a distanza dell’attività dei lavoratori, senza l’accordo con le Rsa/Rsu o, in mancanza, previa autorizzazione della competente Dtl. Tale assunto lascia spazio a tutti quei controlli che esulano dalla materia dell’esatto adempimento della prestazione lavorativa.

,

[Caso Risolto] Attività di intelligence per Caso di Accertamento di reddito sommerso

OSSERVAZIONE STATICA CON UTILIZZO DI TELECAMERE NASCOSTE:
Un noto professionista in sede di divorzio dichiara un reddito molto basso, e propone alla moglie un assegno divorzile assai misero. La moglie cosciente del fatto che il suo reddito è assai più elevato di quello dichiarato decide di volerlo provare e in concerto con il suo avvocato decidono di interpellarci per chiederci di eseguire un’indagine volta a dimostrare l’effettiva presenza di reddito sommerso. Continua a leggere